Progetti Sviluppati

Brand for the City, insieme ai suoi partner, accompagna le imprese nella strategia e realizzazione dei loro progetti di sostenibilità e responsabilità sociale.

Cartoon Network

Brand for the City ha realizzato per Cartoon Network - canale edito da Warner Bros. Discovery - la riqualificazione di tre aree verdi nelle città di Milano, Firenze e Napoli.  I parchi sono concepiti per stimolare l’aggregazione e sono frutto della sinergia con le comunità locali (Patto di Collaborazione via Ravenna - Milano, le associazioni Le Curandaie - Firenze - e N’SeaYet - Napoli), in un processo che rende i bambini protagonisti attivi del cambiamento che li circonda. Ogni area ha una sua identità specifica, ma tutte hanno previsto una riqualifica del verde e delle aree gioco, la piantumazione di alberi, la realizzazione di impianti che facilitino l’aggregazione.  

A Milano, il Giardino dei Desideri – adiacente a una scuola primaria in Corvetto - le azioni messe in campo sono state: la cura del verde e delle aree gioco, la piantumazione di alberi, la realizzazione di sedute e impianti che possano facilitare l’aggregazione e i percorsi educativi e la decorazione di un playground di basket ad opera di SMOE Studio con i personaggi più amati e iconici di Cartoon Network. Sono state inoltre apposte delle nuove recinzioni per preservare la sicurezza dei giocatori, panchine a scopo aggregativo e fioriere come indicato nei desiderata dei bambini in fase di scrittura del patto di collaborazione che li vede protagonisti. Il Municipio 4 del Comune di Milano ha, nel contempo, predisposto il rifacimento della pavimentazione dell’area giochi per i bambini più piccoli e della staccionata in legno che la circonda, oltre a piantumare nuovi arbusti, in sinergia con Cartoon Network, per rendere ancora più colorato e accogliente il parco.

 

A Firenze, il Giardino Cubattoli, nel quartiere Le Cure, sono stati collocati dei pannelli con i character Cartoon Network dipinti dall’urban artist Rame 13 e dall’artista Eugenia Chiasserini. Sono inoltre state create – ad opera di Officina Chiofdofisso - delle sculture in ferro tridimensionali per piante rampicanti con protagonisti dei personaggi di Cartoon Network. È stata anche realizzata una cupola in salice vivo intrecciato di 3 metri di diametro, con panche che i bambini potranno utilizzare per attività laboratoriali, letture e soprattutto per socializzare. Uno degli obiettivi più importanti della riqualificazione del parco è proprio quello di proteggerne e svilupparne la sua capacità aggregativa e inclusiva. Infine, sono state aggiunte delle nuove piantine per rivitalizzare la zona dell’Horto, che occupa una superficie di 140mq.

 

A Napoli, il Frutteto del Parco Viviani, storica area di 670 mq che da circa 10 anni era stata chiusa e abbandonata fino a diventare una discarica ricoperta da rovi, è stato completamente riqualificato. L’opera ha visto la realizzazione di terrazzamenti della zona collinare, ad opera di Batù Gardens, con materiali ecosostenibili, il restauro del vecchio frutteto con la piantumazione di nuovi alberi e arbusti e la realizzazione di un fondamentale impianto d’irrigazione. Inoltre sono stati realizzati laboratori e percorsi educativi per i bambini in età scolare e il DIARC - Dipartimento di Architettura dell’Università Federico II di Napoli ha sviluppato una serie di componenti di arredo in legno, sviluppati durante un apposito workshop con gli studenti della facoltà. Infine si è provveduto a decorare i muri con i personaggi più amati e iconici di Cartoon Network.

 

 

Parchi Agos Green&Smart

Brand for the City ha curato per Agos concept strategico, progettazione, realizzazione e comunicazione del progetto 'Parchi Agos Gren&Smart'. In linea con l’obiettivo di progresso condiviso espresso da “Agos for Good”, si è creato un nuovo modello di Parco Urbano a quattro dimensioni: “Green”, la diffusione del verde in città e l’educazione alla sua cura; ‘Smart’, l’innovazione attraverso la tecnologia e il digitale a disposizione della comunità; ‘Sport’, la diffusione della pratica sportiva in città come fattore di salute, benessere e socialità; Art, la street art e le altre forme di espressione artistica urbana come contributo alla riqualificazione di spazi spesso degradati o inutilizzati. 

Largo Balestra - Giambellino Ovest, Milano. L’intervento ha previsto opere di orticoltura e floricoltura in cassoni rialzati e quindi accessibili, grazie alla cooperativa Opera in Fiore. Su una superficie in disuso è stata realizzata l’opera di street art “Urban Parks” by KayOne, un trionfo di colore e grafica in omaggio alla giungla contemporanea. In collaborazione con Fondazione SportCity e Compan sono state collocate delle attrezzature sportive fruibili anche dalla popolazione anziana, connesse a tre app sportive che rendono smart l'attività. Per favorire  la socializzazione nella piazza antistante sono state posizionate delle sedute di design. Il parco è stato animato da attività curate da WWF, CONI e ABC Progetto Azzurri ASD.

  

Parco Vulcania, Catania. Il progetto vuole migliorare la vivibilità della aree di aggregazione del parco: il campo da basket è stato sistemato e valorizzato da un disegno artistico di Gummy Gue che riprende le cromie del territorio; sono state posate delle sedute e piantate nuove alberature autoctone per incrementare la biodiversità, raccontate grazie a dei QRcode. Sono state coinvolti Fondazione SportCity e il CONI per le attività sportive durante l’inaugurazione, mentre l’associazione Plastic Free ha organizzato laboratori di sensibilizzazione ambientale e una raccolta della plastica nella zona.

  

Parco Fluviale del Serchio, Lucca. Il progetto vuole restituire alla comunità uno spazio di aggregazione nell’area verde prima in degrado. La pista da skateboard è stata ripristinata e colorata per invogliare la frequentazione, oltre alla sistemazione dell’area relax da picnic, a cui sono state aggiunte due sedute che ricordano i ciottoli di fiume. Per mantenere la vocazione naturalistica dello spazio, sono stati piantati arbusti dalla fioritura colorata ed è in programma la realizzazione di un’opera di land art. Il percorso di jogging “infinito” è stato potenziato creando esercizi ah hoc accessibili in app sviluppate da Fondazione SportCity.

   

Parco Donatella Colasanti, Roma. Il progetto è stato sviluppato con l’idea di potenziare l’area come luogo di socialità e bellezza, con un occhio di riguardo alle famiglie della zona. Per questo l’area giochi è stata trasformata in uno spazio sicuro e inclusivo. Una nuova zona di aggregazione è stata realizzata all’interno di un giardino mediterraneo, luogo che dà anche la possibilità di attivare percorsi didattici. Il parco ha una forte impronta artistica: una galleria di urban art a cielo aperto sui temi della natura e della violenza sulle donne. Infine sono stati creati dei QR code che permettono di scoprire le storie dietro i dipinti murali e la vegetazione.

Corba 5 Cerchi

Brand for the city è l’Advisor e Communication Partner ufficiale del progetto Corba 5 Cerchi, nato dalla collaborazione tra Stradedarts, realtà milanese che dal 1988 si occupa di Rigenerazione e Riqualificazione urbana attraverso il Writing e la Street Art, il Municipo 6 e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano. Il progetto, tra riqualificazione artistica e rigenerazione sociale, vuole promuovere un’idea di sostenibilità e inclusività declinata tramite i valori positivi dello sport in un’area periferica ma dalle forti radici storiche e culturali, come quella del Giambellino. In avvicinamento alle Olimpiadi Milano-Cortina 2026, Corba 5 Cerchi mira a trasformare 38 facciate delle “case minime” dello storico quartiere Corba (Giambellino, Milano) in vere e proprie opere d’arte a tema sport invernali, realizzate da artisti di fama internazionale. Grazie alla curatela di Stradedarts, tre firme della street art italiana hanno già interpretato, ognuna con la propria cifra stilistica, una disciplina sportiva o un simbolo olimpionico: STEREAL il pattinaggio artistico, ETSOM lo sci acrobatico, NAPAL la Fiamma Olimpica.

Street Players

Brand for the City ha partecipato allo sviluppo della 6° edizione di Street Players (2022). Organizzato da Stradedarts in collaborazione con Ippodromo Snai San Siro, si tratta il più grande evento di arte urbana in Italia e prevede la realizzazione di murales lungo 5km di muro, con la partecipazione 500 graffiti writer e street artist.  Il ruolo di Brand for the City è stato quello di coinvolgere i brand nell’iniziativa che, in questa sesta edizione, è incentrata sulla celebrazione dei 40 anni della vittoria italiana ai Mondiali di Calcio del 1982.